News

19/06/2017

AEROPORTI SICURI CON LE MICROONDE DIGITALI: IL CASO DEGLI AEROPORTI DI ROMA

Anche quest'anno SICUREZZA si prepara a offrire ai suoi visitatori un panorama completo ed esaustivo del meglio delle tecnologie per la sicurezza di cose e persone. E come sempre ci piace "raccontare" quello che fanno le aziende espositrici attraverso casi concreti e soluzioni già realizzate con successo. E' il caso di Cias ad esempio che da oltre quarant’anni utilizza le tecnologie a microonde per proteggere i perimetri e le aree speciali interne e perimetrali, come hangar, aree di parcheggio velivoli, confini esterni ecc. Ma recentemente queste stesse tecnologie microonde digitali Fuzzy Logic 24 Ghz si sono dimostrate molto efficaci come strumento di supporto al sistema di controllo del traffico di terra aeroportuale, soprattutto in caso di cattiva visibilità (forte nebbia, pioggia, ecc). La barriera a microonde viene usata per rivelare i movimenti dei velivoli negli aeroporti in modo da prevenire la collisione tra due aeroplani in avvicinamento da due piste confluenti o il tamponamento tra aeroplani che transitano sulla pista di rullaggio. E’ il caso di ADR (Aeroporti di Roma) che ha potuto avere esperienza diretta nell’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino dove sono state installate oltre 70 barriere Ermo 482x Pro per il supporto al traffico aereo. Il risultato è stato una riduzione fino al 95% di falsi allarmi che erano invece frequenti con le tecnologie standard analogiche precedentemente utilizzate e maggiormente soggette a interferenze e disturbi elettromagnetici, spesso creati da segnali generati dai radar di terra.